Storia del Logo Alfa Romeo

Alfa Romeo Automobiles SpA (più comunemente conosciuta come Alfa Romeo) è un famoso costruttore automobilistico italiano che realizza vetture di target medio-alto. Il nome originale della società era “Società Anonima Italiana Darracq” (SAID), perché fu fondata fondata dal produttore di automobili francese Alexandre Darracq, nel 1906, in società con alcuni investitori italiani. Ma inizialmente le cose non andarono bene! Dopo la fallita partnership uno degli investitori, il Cavalier Ugo Stella, trasferì la società e le diede il nome Anonima Lombarda Fabbrica Automobili o ALFA. Il Gruppo Fiat acquisì l’azienda nel 1986, ma l’Alfa Romeo entrò a far parte del Gruppo Fiat Automobiles SpA solo nel febbraio 2007 .

storia del logo alfa romeo

Il logo Alfa Romeo è ampiamente considerato uno dei migliori marchi d’auto della storia del graphic design, nonostante abbia subito numerose modifiche nel corso degli anni. Il primo logo fu realizzato nel 1910 da Romeo Cattaneo ed ha una storia interessante. La leggenda narra che Cattaneo una volta era ad una fermata del tram di Piazza Castello a Milano e trovò l’ispirazione guardando la bandiera con la croce rossa simbolo della città e dallo stemma della nobile casa dei Visconti (il simbolo è caratterizzato da un Biscione con un uomo tra le fauci, in quanto si trattava di una famiglia potente e sempre pronta a distruggere i suoi nemici!).

In realtà, il biscione sembrerebbe avere origini più “mitologiche”: si narra che questo enorme serpente terrorizzasse e mangiasse i bambini milanesi nel 5° secolo d.C, ma fu coraggiosamente ucciso in combattimento da Ottone Visconti, arcivescovo pio di Milano. Il biscione con la corona, quindi, dovrebbe simboleggiare questo atto eroico. Si narra invece che la croce rossa su sfondo bianco rappresenti il coraggio di Giovanni Da Rio, che si crede sia stato il primo uomo a scalare le mura di Gerusalemme e ad erigere nella città una croce, durante la Prima Crociata.

Le parole ALFA e MILANO sono state scritte attorno ai due simboli separate da due “nodi” della dinastia Savoia, in onore del regno d’Italia. Nel 1916 l’uomo d’affari napoletano Nicola Romeo acquistò la società e la convertì in un’azienda di munizioni e macchinari. Erano i tempi della Prima Guerra Mondiale. Nel 1918 l’emblema fu ridisegnato da Giuseppe Merosi per includere entrambe le parole ALFA ROMEO. Con la fine della guerra, l’azienda tornò a produrre automobili. La parola “Milano” fu rimossa dal logo nel 1972, dopo l’inaugurazione di un altro grande stabilimento a Pomigliano d’Arco (NA). Con questa abile mossa di marketing, l’Alfa Romeo abbandonò la sua connotazione territoriale a favore di un’azienda che rappresentasse l’Italia intera nel mondo.

Design Occulto?

Alcuni autori di testi esoterici sostengono invece che il design del serpente sia in realtà ispirato ad un kundalini (serpente Shakra), un mostro leggendario che “mangiava” la natura materiale dell’uomo. Un altro fatto strano è che questo simbolo sia presente anche sul prato davanti la casa dell’ex premier italiano Silvio Berlusconi!

Comunque, molti studiosi hanno giustamente notato che questo simbolo era stato usato in numerosi documenti storici come disegni Aztechi e incisioni alchemiche. Ad ogni modo il logo oggi sembra aver assunto un significato “elitario”, a causa del suo utilizzo da parte di famiglie nobili e aziende di fama mondiale.

Has one comment to “Storia del Logo Alfa Romeo”

You can leave a reply or Trackback this post.

Leave a Reply

Your email address will not be published.