6 Loghi Famosi Che Funzionano Anche Senza Testo

I migliori marchi al mondo hanno dei loghi con una forma semplice e iconica, una tendenza che ha fatto scuola negli ultimi anni.

6 Loghi Famosi Che Funzionano Anche Senza Testo

Una forma grafica può rappresentare un potente strumento visivo che può indirizzare il marchio ad essere riconosciuto a livello globale. Una scritta, quindi, potrebbe non essere necessaria per affermare l’autorevolezza di un marchio, ma il processo richiede una strategia efficace per portare ai risultati sperati (leggi anche Il Restyling di un Logo – Perché Effettuarlo?).

Recentemente, la famosa agenzia grafica Pentagram ha realizzato un drastico restyling del logo Mastercard rimpicciolendo ulteriormente il design e lasciando solo due cerchi sovrapposti, eliminando quindi del tutto la scritta. Ma è solo l’ultimo di una serie di marchi famosi che hanno deciso di abbandonare il testo dal loro design.

6 Loghi Famosi Che Funzionano Anche Senza Testo

Quando un simbolo “senza parole” è abbastanza familiare, può aiutare un brand globale ad apparire più personale e meno aziendale. Senza il nome di una società che “urla” la sua presenza, questa sorta di “abbreviazione visiva” può anche evocare una reazione più immediata e impulsiva del consumatore.

A questo proposito, di seguito vedremo alcuni marchi famosi che, come Mastercard, hanno preso la decisione di eliminare il nome della società dai loro loghi.

Apple

6 Loghi Famosi Che Funzionano Anche Senza Testo

E’ dal lontano 1984 che Apple ha orgogliosamente rinunciato al nome dell’azienda sul proprio logo.

Inizialmente, Ronald Wayne scelse di rappresentare Apple Computer Co con un’illustrazione xilografica che rappresentava il famoso studioso Isaac Newton, seduto sotto l’albero dove, a quanto si narra, abbia ricevuto l’ispirazione per scrivere le sue teorie sulla gravità (leggi anche Storia del Logo Apple).

Dire che questo design non è durato a lungo, in termini di branding, sarebbe un eufemismo: già l’anno seguente, l’iconica mela morsicata creata da Rob Janoff lo sostituì. Il design della mela arcobaleno è stata mantenuta sul marchio fino al 1984, quando alla fine fu eliminata la parola “Apple” dal logo. Anche se fu anche abbandonato il suo stile multicolore, quella silhouette è rimasta pressoché intatta fino ad oggi.

Oggi la mela “morsicata” è un simbolo che non ha certo bisogno di scritte per essere riconosciuto a livello mondiale.

Starbucks

6 Loghi Famosi Che Funzionano Anche Senza Testo

La popolare catena di caffè di Seattle vanta una storia affascinante dietro il suo logo. La società prende il nome dal primo ufficiale del capitano Ahab in Moby Dick, quindi il designer del logo originale Terry Heckler ha deciso di disegnare una xilografia nordica del XVI secolo di una sirena a due code per rappresentare questo concetto.

La sirena di Starbucks è stata rielaborata più volte da quando la società è stata fondata nel 1971, ma solo nel 2011 la società decise di abbandonare la scritta dal proprio logo.

Questa scelta strategica simboleggia non sono diversificazione dei propri prodotti, ma dimostra la fiducia dell’azienda nell’immediata familiarità del marchio per gli amanti del caffè in tutto il mondo.

Shell

6 Loghi Famosi Che Funzionano Anche Senza Testo

Anche se ci vuole del tempo affinché i consumatori colleghino una sirena a due code con una bevanda, è proprio il fatto che non ci sia un legame logico che offre a Starbucks un’associazione così distintiva e particolare al proprio marchio.

A volte, tuttavia, il nome di un marchio si presta perfettamente alla rappresentazione simbolica, rendendo molto più facile stabilire il concetto alla base del design. Apple è un esempio e Shell è un altro. In effetti, quest’ultima è una sorta di pioniere nel mondo dei loghi senza parole: dal 1900 al 1948, era una conchiglia in bianco e nero a rappresentare la popolare agenzia petrolifera.

6 Loghi Famosi Che Funzionano Anche Senza Testo

Lo schema di colori rosso e giallo fu gradualmente introdotto nelle stazioni di servizio della Shel  e fu incorporato nel logo stesso, insieme al nome della società, nel 1948. Il guscio divenne sempre più audace e stilizzato, e nel 1999 la società era ormai così riconoscibile a livello internazionale da non avere più bisogno del nome impresso nel proprio logo.

McDonald’s

6 Loghi Famosi Che Funzionano Anche Senza Testo

Un tempo importante caratteristica architettonica dei suoi ristoranti, i Golden Arches (archi d’oro) fecero il loro ingresso nel logo di McDonald’s nel 1961. Prima di allora, il logotipo della popolare catena di fast food incorporava slogan come “McDonald’s famous barbecue” (1940) e ‘McDonald’s famous hamburgers… buy ’em by the bag” (1948).

Nel 1968, gli Archi d’oro adottarono la loro forma moderna, con il nome della società sovrapposto in basso. Questo approccio è stato perfezionato ulteriormente nel 1975 con il caratteristico sfondo rosso e molte altre varianti introdotte in diversi contesti. Lo slogan “I’m lovin’ it”  apparve per la prima volta nel 2003 ed ha continuato a sostituire il nome della società in molte campagne pubblicitarie.

Decenni di ubiquità hanno dato al simbolo degli archi d’oro prestigio, riconoscibilità e fiducia dei consumatori. Proprio le caratteristiche di cui la società aveva bisogno per eliminare il nome dal logo nel 2006: senza il nome dell’azienda, gli slogan di accompagnamento o qualsiasi elemento grafico di cui parlare, la “M” disegnata dagli archi d’oro viene inconfondibilmente riconosciuta come il simbolo di McDonald’s in tutto il mondo.

Target

6 Loghi Famosi Che Funzionano Anche Senza Testo

Come Shell e Apple, Target ha la fortuna di avere un design visivo strettamente correlato con il nome della sua società. In effetti, il marchio funzionava senza il nome della società già nel 1968, quando il famose rivenditore statunitense raffinò e semplificò il suo originale design a sei anelli (che aveva il nome della società sovrapposto al centro) al puro simbolo a tre anelli che conosciamo oggi.

Tuttavia, il nome della compagnia fu reintrodotto nel 1975 e, mentre il distintivo design “ad obiettivo” fu mantenuto, questo fu ridotto ad una scala molto meno dominante e ridimensionato per corrispondere all’altezza di una scritta nera in maiuscolo.

Questa tendenza fu nuovamente invertita nel 2004, quando il marchio fu ulteriormente ridimensionato per corrispondere al diametro di un simbolo di un bersaglio molto più grande che, dal 2007, è stato ampiamente utilizzato senza la scritta, proprio come lo era nel 1968.

Nike

6 Loghi Famosi Che Funzionano Anche Senza Testo

Quando la studentessa di design Carolyn Davidson abbozzò la “Nike Swoosh” nel 1971 per la somma “principesca” di $ 35, non poteva certo immaginare che il suo logo sarebbe diventato il simbolo di un’azienda da miliardi di dollari di fatturato e uno dei design più riconoscibili al mondo.

Fino alla metà degli anni ’90, il logo Nike era accompagnato da una scritta in maiuscolo realizzata con il carattere Futura Bold, ma lo “Swoosh” alla fine divenne un marchio così iconico che la scritta divenne superflua ai fini del riconoscimento globale.

Leave a Reply

Your email address will not be published.