Anatomia di una Brochure: Composizione e Design

Come abbiamo imparato in alcuni articoli precedenti, la brochure ha per un’azienda un’importanza vitale ai fini del marketing. Ragion per cui, la sua progettazione dovrà essere fatta accuratamente affinché riesca a soddisfare le esigenze del business che rappresenta.

Come Realizzare una Brochure

In questo articolo, vorrei quindi parlarvi di ciascuno degli elementi principali che compongono una brochure e tutte le cose che si dovrebbero sapere prima di realizzarne una.

1. Copertina Anteriore

anatomia di una brochure: composizione e design

La copertina rappresenta il cuore di ogni brochure. L’obiettivo della copertina anteriore dovrebbe essere quello di catturare l’attenzione del pubblico creando una sorta di legame affettivo, un bisogno di leggere o esplorare ciò che si trova all’interno della brochure. Le migliori creazioni riescono a suscitare un mix di emozioni, curiosità, intrigo, stupore ed eccitazione.

2. Ante

Se il cuore di una brochure è la copertina, le ante possono benissimo esserne l’anima. Con esse, vi si presenta l’occasione di catturare l’attenzione del lettore. Se la copertina è stata realizzata correttamente, dovrete capitalizzare il tutto tramite uno slogan incisivo e/o con un’offerta speciale.

Ad esempio, se il vostro obiettivo è quello di aumentare la consapevolezza della vostra azienda e dei servizi offerti, sarà possibile utilizzare questi spazi per riassumere brevemente le vostre prospettive professionali presenti e future. Sarebbe meglio limitare la quantità di testo che si utilizza sulle ante. Ricordate, i vostri lettori avranno “tempi di attenzione” brevi: quindi cercate di usare una grafica potente e creativa insieme a “inviti all’azione” per incoraggiare ulteriormente la lettura.

3. Contenuti

Ora che avete catturato il cuore e l’anima del vostro pubblico, sarà arrivato il momento di lavorare…sul cervello! E il modo migliore per farlo è lavorare sui contenuti, ovvero le pagine tra la copertina anteriore e quella posteriore. Ora che i vostri lettori saranno emotivamente stimolati, il passo successivo sarà quello di presentare efficacemente il vostro messaggio o l’offerta dei servizi nel dettaglio, così da guidare i clienti verso la vostra azienda.

Ricordate che questi opuscoli vengono creati per diversi scopi. Il ragionamento che sta dietro le brochure aziendali o più orientate all’ambito commerciale è quello di aumentare la consapevolezza, aumentare le vendite o incoraggiare continuamente gli acquisti. Una volta che avrete compreso pienamente lo scopo della vostra brochure, sarebbe opportuno decidere come organizzare i contenuti, soprattutto in termini di gerarchia.

4. Copertina Posteriore

Adesso sarà arrivato il momento di colpire il lettore con un ben congegnato invito all’azione. La cover posteriore del vostro opuscolo è da molti “affettuosamente” soprannominata portafoglio, in quanto è il posto ideale per chiedere al lettore di comprare i prodotti/servizi offerti! Dopo il duro lavoro fatto consegnando al potenziale cliente una bellissima brochure e aver catturato quindi la sua attenzione , vi sarete guadagnati il permesso di chiedere qualcosa in cambio, come vuole la legge della reciprocità. Eccovi delle possibili idee di inviti all’azione per la copertina posteriore:

  • chiedere al lettore di mettere “Mi piace” o di “Seguirvi” sulle vostre pagine social;
  • spingere il lettore ad usare un codice sconto specifico per guadagnare o risparmiare denaro su uno dei vostri prodotti o servizi;
  • stimolare il lettore a chiamare o a mandarvi una mail in caso di dubbi o problemi;
  • dare al lettore un forte sconto se visiterà il vostro negozio, sia esso fisico o virtuale.

5. “Labbra”

Le “labbra” di una brochure sono la sezione che elenca le informazioni di contatto della società e i modi migliori per entrare in contatto con essa. Questa sezione viene spesso trascurata, non solo nella stampa, ma anche sui siti web, e-mail e varie altre forme di contatto.

Per quelli di voi alla ricerca di suggerimenti su come migliorare questa parte di una brochure, ecco un elenco delle informazioni essenziali da includere necessariamente:

  • il vostro o i vostri indirizzi e-mail, se ognuno ha uno scopo diverso;
  • il vostro numero di telefono. Se si dispone di più uffici, potrebbe essere opportuno elencarli o semplicemente fornire il numero più vicino alla posizione che state cercando di pubblicizzare con la brochure;
  • un incentivo! Spesso, non è sufficiente elencare solo le informazioni di contatto: dovete stimolare il cliente a chiamarvi o a mettersi in contatto con voi, ma dandogli sempre una buona ragione per farlo. In questo senso, un’idea potrebbe essere l’aggiunta di una frase del tipo “Per una consulenza gratuita, chiama il numero…..

Conclusioni

Riassumendo, ecco i punti salienti da attuare per migliorare l’efficacia della vostra brochure:

  • utilizzare una copertina ad alto impatto visivo evocherà una risposta emotiva potente;
  • una volta catturata l’attenzione del lettore, dovete capitalizzarla presentando il vostro prodotto o servizio nella miglior luce possibile tramite molte immagini di alta qualità, elencando anche i benefici che avrà il cliente se concretizzerà l’acquisto;
  • assicuratevi che la copertina posteriore fornisca un chiaro invito all’azione;
  • non trascurate le informazioni di contatto fornite e assicuratevi che siano accompagnate da un incentivo o un buon motivo per mettersi in contatto con voi.

Ordina ora la tua BROCHURE

Leave a Reply

Your email address will not be published.